Ultima modifica: 9 gennaio 2017

Iscrizioni

ADEMPIMENTI PER A.S. 2017/2018

Registrazione dal 9 gennaio 2017 
esclusivamente online sul portale 
MIUR www.iscrizioni.istruzione.it
Iscrizione dal 16 gennaio 2017 
esclusivamente online
Termine iscrizioni: 6 febbraio 2017

In caso di difficoltà potete prendere contatto
 con la nostra segreteria che fornirà un aiuto
 alle famiglie nella compilazione della domanda.
Se lo ritenete necessario, vi consigliamo di prenotare 
un appuntamento per compilare la domanda allo 0437 25127
*Orario (con prenotazione):
 lunedì - giovedì e sabato dalle ore 10.00 alle ore 12.00
          martedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00

Visualizza > MODULO PER L’ESERCIZIONE DEL DIRITTO DI SCEGLIERE SE AVVALERSI O NON AVVALERSI DELL’INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA PER L’ANNO 2017-2018

ISTITUTO COMPRENSIVO BELLUNO I
SCUOLA DELL’INFANZIA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO
ISTITUTO COMPRENSIVO N.1 – Via Cavour, 2 – 32100 BELLUNO
C.F. 93049110252 – C.M. BLIC829003 – Tel. 0437 25127 – Fax 0437 298599
e-mail: blic829003@istruzione.it – blic829003@pec.istruzione.it
www.istitutocomprensivo1belluno.it
Codice meccanografico: BLIC829003
www.iscrizioni.istruzione.it
1
Presentazione
Questo opuscolo contiene alcune informazioni essenziali per le famiglie degli alunni che entrano per la prima volta nella scuola secondaria di primo grado.
Un documento più completo e articolato è il Piano Triennale dell’Offerta Formativa (P.T.O.F.) che illustra dettagliatamente le finalità educative e le scelte organizzative delle nostre scuole e offre una panoramica completa delle attività previste nelle progettazioni didattico – curricolari dell’Istituto Comprensivo I di Belluno I .
La versione integrale del documento, redatto, è consultabile sul sito della scuola: http://www.istitutocomprensivo1belluno.it/lofferta-formativa/piani-offerta-formativa/

Alle famiglie è richiesta l’iscrizione on line collegandosi al sito del MIUR all’indirizzo web www.iscrizioni.istruzione.it dal 16 gennaio al 6 febbraio 2016, con possibilità di registrarsi sul sito a partire dal 9 gennaio 2016.

Si ricorda che per l’iscrizione alla scuola dell’infanzia bisogna recarsi c/o la segreteria dell’Istituto.
Le famiglie che rilevino difficoltà ad effettuare la compilazione telematica per la primaria e la scuola media, possono recarsi per assistenza presso la Segreteria Didattica della Scuola Secondaria di 1° grado “Ricci” in via Cavour, n. 2 osservando i seguenti orari:
lunedì, giovedì e sabato dalle ore 10.00 alle ore 12.00
martedì  pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 17.00
Si precisa che il numero di iscrizioni accolte ogni giorno sarà limitato; è necessaria, pertanto, la prenotazione telefonica:
dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle ore 10.00 chiamando il numero
0437 25127

LA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO
“SEBASTIANO RICCI” OFFRE DUE MODULI ORARI:

MODULO 30 ORE con 2^LINGUA COMUNITARIA A SCELTA (Francese, Tedesco e Spagnolo)
Formula Base: da Lunedì a Sabato, ore 7.45 – 12.45.
Formula “Settimana Corta”: da Lunedì al Venerdì ore 7.45 – 12.45 con mensa 12.45 – 13.15 e rientro pomeridiano 13.15 – 14.15. Sabato senza lezioni.
L’opzione “settimana corta” sarà attivata esclusivamente se vi sarà un adeguato numero di iscritti e con seconda lingua comunitaria spagnolo o francese.

MODULO 33 ORE: INDIRIZZO MUSICALE CON 2^ LINGUA COMUNITARIA TEDESCO; a numero chiuso tramite prova attitudinale a fine febbraio/primi di marzo 2016
Di norma 2 rientri pomeridiani di 1 ora ciascuno per lezioni individuali o in piccolo gruppo
Corso di pianoforte
Corso di chitarra
Corso di clarinetto
Corso di flauto traverso
Lezioni di teoria e solfeggio
Musica d’insieme

I PUNTI DI FORZA DELL’ISTITUTO

Progetti a carattere educativo: educazione stradale, educazione alla legalità, educazione alla salute, educazione ambientale, diritti dell’infanzia.
Progetti a carattere linguistico: lettura pensata, partecipazione a spettacoli teatrali, corso base di lingua latina (classi 3^), contatti e scambi con scuole straniere (E-twinning), esami di certificazione in lingua inglese (Trinity), Teatro in lingua, Lezioni con docenti madrelingua (inglese).
Progetti di carattere musicale: lezioni concerto, partecipazione all’Opera (classi 3^); per la sezione musicale: saggi e partecipazione a concorsi e alla manifestazione “Incontriamoci tra le Note”.
Progetti di Orientamento: accoglienza alunni della scuola primaria, orientamento alla scuola secondaria di II grado.
Progetti a carattere sportivo: partecipazione ai Giochi Sportivi Studenteschi, Giornata dello Sport (atletica per le classi 2^ e 3^), Più Sport a Scuola (attività sportive pomeridiane).
Progetti a carattere scientifico: rally matematico (gara tra le classi), partecipazione facoltativa individuale ai Giochi Matematici dell’ Università Bocconi di Milano, visita al Planetario (classi 3^), uscite a carattere ambientale.
Attenzione alle problematiche riguardanti disabilità, disturbi specifici di apprendimento, bisogni educativi speciali, alunni stranieri.

LA SCUOLA È DOTATA DEI SEGUENTI LABORATORI:

1 laboratorio di Informatica con collegamento internet.
 Aule fornite di Lavagna Interattiva Multimediale (LIM)
1 laboratorio di Scienze attrezzato
1 Laboratorio di Musica
1 laboratorio di Tecnologia

LA SCUOLA È, INOLTRE FORNITA DI:

2 palestre attrezzate
1 campo esterno per la pallacanestro e/o la pallavolo
1 Biblioteca ove sono presenti testi di studio e libri classici e moderni della letteratura italiana e straniera, con particolare riguardo all’editoria per ragazzi.
1 Aula Magna con videoproiettore e collegamento internet
Spazi attrezzati per alunni disabili.
Aula mensa.
N.B.: la formazione delle classi, la scelta della seconda lingua comunitaria e l’organizzazione oraria sono subordinate al numero degli alunni iscritti, alla dotazione organica assegnata e alle scelte espresse dai genitori.


> Istituto Comprensivo 1 Belluno (Delibera n. 2 del C. I. dell’08/01/2014) regolamento iscrizioni <


CRITERI DI ACCOGLIENZA DELLE ISCRIZIONI PER GLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA

I criteri per la formazione delle sezioni sono:

– distribuzione equa del numero di alunni per sezione (salvo i casi di sezioni con inserimento di alunni diversamente abili),

– distribuzione equa delle tre fasce di età,

– distribuzione equa in base al sesso,

– distribuzione equa del numero degli alunni stranieri,

– distribuzione equa degli alunni anticipatari,

– inserimento di fratelli e/o cugini in sezioni diverse.

N.B. E’possibile esprimere preferenza non vincolante di scelta di sezione.

N.B. I bambini anticipatari frequentano fino alle ore 13.30 fino al compimento del 3° anno di età. – 7 –

  1. bis Criteri generali per la formazione delle liste d’attesa per la Scuola dell’Infanzia

Nel caso in cui sia necessario formare la lista d’attesa per l’ammissione alla frequenza nelle Scuole dell’Infanzia, si utilizzeranno in ordine di priorità i seguenti criteri:

1) residenza nel bacino di utenza del Comune o dei comuni consorziati cui la scuola fa riferimento;

2) età: vengono ammessi con priorità bambini che nell’anno scolastico successivo siano obbligati alla frequenza della scuola primaria;

3) fratelli o sorelle frequentanti la medesima scuola nell’anno di iscrizione;

Nella previsione di richieste di iscrizione in eccedenza, si terranno in considerazione i seguenti criteri di precedenza nell’ammissione:

Residenza

Residenza nel bacino di utenza del plesso: punti 3

Residenza in altre zone del Comune di Belluno: punti 2

Residenza in altro Comune ma con attività lavorativa o parenti a Belluno: punti 1

Età anagrafica

Bambini che compiono 5 anni entro il 31 dicembre: punti 2

Bambini che compiono 5 anni dopo il 31 dicembre ed entro il 30 aprile: punti 0

Frequenza pregressa

Ha frequentato la scuola dell’Infanzia nello stesso istituto comprensivo: punti 2

Ha frequentato la scuola dell’Infanzia in un altro istituto: punti 1

Non ha frequentato la scuola dell’Infanzia: punti 0

Famiglia

Fratelli/sorelle che frequentano nello stesso plesso: punti 2

Fratelli/sorelle che frequentano in altro plesso ma nello stesso istituto comprensivo: punti 1

A parità di punteggio la precedenza sarà data al bambino con entrambi i genitori che lavorano.

Visualizza > Modello di domanda infanzia

 copia-di-mod-domanda-iscrizione-infanzia-2017-18

CRITERI DI ACCOGLIENZA DELLE ISCRIZIONI PER GLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA

a) In caso di richieste di iscrizioni eccedenti la disponibilità di posti verrà data la precedenza

assoluta agli alunni residenti/domiciliati nel Comune di Belluno rispetto a quelli residenti in

comuni limitrofi, stilando una graduatoria sulla base dei seguenti criteri:

a 1 Alunni con situazioni di disabilità documentate punti 15

a 2 Alunni con unico genitore (nubile, celibe, vedovo/a, separato/a, divorziato/a) punti 10

a 3 Alunni con fratelli frequentanti la stessa scuola punti 10

a 4 Alunni con fratelli frequentanti altra scuola dell’Istituto punti 5

a 5 Alunni con almeno uno dei genitori o fratelli conviventi disabili punti 4

b) per gli alunni non residenti/domiciliati nel Comune di Belluno verrà stilata un’ulteriore e

distinta graduatoria sulla base dei seguenti criteri:

b1 Alunni con almeno uno dei genitori che lavora nel Comune di Belluno punti 20

b2 Alunni con situazioni di disabilità documentate punti 15

b3 Alunni con unico genitore (nubile, celibe, vedovo/a, separato/a, divorziato/a) punti 10

b4 Alunni con fratelli frequentanti la stessa scuola punti 10

b5 Alunni con fratelli frequentanti altra scuola dell’istituto punti 5

b6 Alunni con almeno uno dei genitori o fratelli conviventi disabili punti 4

b7 Alunni con almeno un fratello frequentante una scuola di un altro istit. del com. di Belluno punti 5

Norme comuni

A parità di punteggio la precedenza sarà determinata con criteri di casualità attraverso sorteggio da

effettuare in presenza dei rappresentanti dei genitori. Le situazioni che danno diritto al punteggio devono

sussistere all’atto dell’iscrizione (e comunque non oltre il 30 giugno dell’anno di riferimento) e devono essere

autocertificate dal genitore richiedente.

La raccolta dei dati e’ finalizzata esclusivamente alla accettazione della domanda e alla attribuzione di

eventuali punteggio precedenze nella formulazione di graduatorie o liste di attesa


CRITERI DI ACCOGLIENZA DELLE ISCRIZIONI PER GLI ALUNNI SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

a) In caso di richieste di iscrizioni eccedenti la disponibilità di posti verrà data la precedenza

assoluta agli alunni residenti/domiciliati nel Comune di Belluno rispetto a quelli residenti in

comuni limitrofi, stilando una graduatoria sulla base dei seguenti criteri:

a 1 Alunni con situazioni di disabilità documentate punti 15

a 2 Alunni con unico genitore (nubile, celibe, vedovo/a, separato/a, divorziato/a) punti 10

a 3 Alunni con fratelli frequentanti la stessa scuola punti 10

a 4 Alunni con fratelli frequentanti altra scuola dell’Istituto punti 5

a 5 Alunni con almeno uno dei genitori o fratelli conviventi disabili punti 4

b) per gli alunni non residenti/domiciliati nel Comune di Belluno verrà stilata un’ulteriore e

distinta graduatoria sulla base dei seguenti criteri:

b1 Alunni con almeno uno dei genitori che lavora nel Comune di Belluno punti 20

b2 Alunni con situazioni di disabilità documentate punti 15

b3 Alunni con unico genitore (nubile, celibe, vedovo/a, separato/a, divorziato/a) punti 10

b4 Alunni con fratelli frequentanti la stessa scuola punti 10

b5 Alunni con fratelli frequentanti altra scuola dell’istituto punti 5

b6 Alunni con almeno uno dei genitori o fratelli conviventi disabili punti 4

b7 Alunni con almeno un fratello frequentante una scuola di un altro istit. del com. di Belluno punti 5

Norme comuni

A parità di punteggio la precedenza sarà determinata con criteri di casualità attraverso sorteggio da

effettuare in presenza dei rappresentanti dei genitori. Le situazioni che danno diritto al punteggio devono

sussistere all’atto dell’iscrizione (e comunque non oltre il 30 giugno dell’anno di riferimento) e devono essere

autocertificate dal genitore richiedente.

La raccolta dei dati e’ finalizzata esclusivamente alla accettazione della domanda e alla attribuzione di

eventuali punteggio precedenze nella formulazione di graduatorie o liste di attesa.

Criteri accoglimento alunni sezione settimana corta:

Il Consiglio d’Istituto, delibera all’unanimità di approvare i seguenti criteri di accoglimento delle domanda di iscrizione degli alunni alla sezione a settimana corta della Scuola Secondaria di Primo Grado:

“la sezione a settimana corta di cui alla delibera n. 6 della seduta del 16 dicembre 2016 avrà come seconda lingua comunitaria quella scelta dalla maggioranza delle famiglie tra le opzioni spagnolo, francese e tedesco. In caso di parità di scelta in relazione a tali seconde lingue comunitarie si procederà con il sorteggio.

Qualora il numero delle domanda per la sezione a settimana corta eccedesse i posti disponibili, i posti disponibili saranno assegnati seguendo i criteri di accoglimento delle domande di iscrizione fissati nel Regolamento di Istituto per la formazione delle classi prime della scuola Secondaria di Primo Grado.

Qualora non si raggiungesse un numero adeguato di alunni, la sezione a settimana corta non verrà attivata e gli alunni confluiranno nelle classi a tempo normale secondo i succitati criteri”.

REGOLAMENTO DEL CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE BELLUNO 1

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “S. RICCI”

 

Il presente regolamento è redatto tenendo conto della seguente normativa vigente in materia di

insegnamento dello strumento musicale nella scuola secondaria di I grado:

– D.M. del 6 agosto 1999 n. 235 – Riconduzione ad ordinamento dei corsi sperimentali ad indirizzo

musicale nella scuola media ai sensi della legge 3.05.1999 n. 124 art.11, comma 9

– D.M. del 6 agosto 1999 n. 201 – Corsi ad Indirizzo Musicale nella scuola Media – Riconduzione e

Ordinamento – Istituzione classe di concorso di “Strumento Musicale” nella scuola media.

Premessa

«L’insegnamento strumentale costituisce integrazione interdisciplinare ed arricchimento dell’insegnamento obbligatorio dell’educazione musicale nel più ampio quadro delle finalità della secondaria di I grado e del progetto complessivo di formazione della persona. Esso concorre, pertanto, alla più consapevole appropriazione del linguaggio musicale, di cui fornisce all’alunno una piena conoscenza,integrando i suoi aspetti tecnico-pratici con quelli teorici, lessicali, storici e culturali che insieme costituiscono la complessiva valenza dell’educazione musicale; orienta quindi le finalità di quest’ultima anche in funzione di un più adeguato apporto alle specifiche finalità dell’insegnamento strumentale stesso.

Sviluppare l’insegnamento musicale significa fornire agli alunni, destinati a crescere in un mondo fortemente segnato dalla presenza della musica come veicolo di comunicazione, spesso soltanto subita, una maggiore capacità di lettura attiva e critica del reale, una ulteriore possibilità di conoscenza, espressione e coscienza, razionale ed emotiva, di sé.

Obiettivo del corso triennale, quindi, una volta fornita una completa e consapevole alfabetizzazione musicale, è porre alcuni traguardi essenziali che dovranno essere da tutti raggiunti. Il rispetto delle finalità generali di carattere orientativo della scuola secondaria di I grado non esclude la valorizzazione delle eccellenze».

Nello spirito educativo e formativo della scuola dell’obbligo e nella valorizzazione dell’esperienza

musicale quale dimensione globale propria dell’allievo, il corso ad indirizzo musicale si pone,

nella scuola secondaria di primo grado “S. Ricci” dell’ I. C. Belluno 1, in un’ottica di collaborazione costante, costruttiva e piena, sia sotto il profilo progettuale, sia sotto quello concreto e fattuale (ivi inclusa la costituzione di gruppi musicali d’istituto anche modulari) con altre iniziative curricolari ed extracurricolari già in essere nel Piano dell’Offerta Formativa o che l’Istituto – attraverso i docenti – vorrà proporre negli anni a venire.

La scuola, pertanto, attraverso lo studio dello strumento, si propone di raggiungere i seguenti obiettivi:

  1. promuovere la formazione globale dell’alunno offrendo, attraverso l’esperienza musicale resa

più completa dallo studio dello strumento, occasioni di maturazione logica, espressiva, comunicativa;

  1. offrire all’alunno, attraverso l’acquisizione di specifiche competenze musicali, ulteriori occasioni

di sviluppo e orientamento delle proprie potenzialità;

  1. fornire ulteriori occasioni di integrazione e di crescita per gli alunni;
  2. migliorare la socializzazione;
  3. avviare gli alunni a sostenere un’esibizione pubblica gestendo la propria emotività;
  4. sensibilizzare i ragazzi al rispetto delle regole, anche per superare l’individualismo;
  5. potenziare attraverso la pratica musicale l’autonomia espressiva all’interno del gruppo.

 

Art. 1 – Il corso ad indirizzo musicale è opzionale, la seconda lingua comunitaria abbinata alla sezione è il tedesco. La volontà di frequentare il corso è espressa all’atto dell’iscrizione alla classe prima. Una volta scelto, lo strumento è materia curricolare, ha la durata di tre anni ed è parte integrante del piano di studio dello studente e disciplina degli esami di

Stato al termine del primo ciclo d’istruzione.

Gli strumenti che sono oggetto di scelta da parte delle famiglie all’atto dell’iscrizione sono i seguenti:

CHITARRA, CLARINETTO, FLAUTO TRAVERSO, PIANOFORTE.

Art. 2 – Il corso ad indirizzo musicale è sito nella scuola secondaria di primo grado “S. Ricci”.  Non sono ammessi alla frequenza alunni provenienti da altre sezioni.

Art. 3 – la scuola è dotata dall’  A.S. 2000/01 di un laboratorio musicale ( legge n. 440/97 “Progetto Speciale Musica).  Il materiale ivi custodito è a uso esclusivo del personale autorizzato della Scuola Secondaria di primo grado “S. Ricci”.  Gli strumenti funzionali allo svolgimento delle lezioni di strumento devono essere utilizzati sotto stretta sorveglianza dei docenti che si assumono la responsabilità della manutenzione e integrità degli stessi.  Qualsiasi richiesta di utilizzo da parte di soggetti esterni alla scuola deve essere concordata direttamente con il docente responsabile e autorizzata dal Consiglio d’Istituto e comunque fatto salvo il regolare svolgimento dell’attività curricolare del corso ad indirizzo musicale.

ISCRIZIONI E PROVA ATTITUDINALE

Art. 4 – Si accede al corso ad indirizzo musicale previo superamento di una prova di ammissione orientativo – attitudinale. La Commissione esaminatrice è composta dagli insegnanti di strumento

musicale. Non è richiesta agli aspiranti alcuna conoscenza musicale di base. L’esame consiste in  prove atte a valutare senso ritmico, intonazione, discriminazione dei suoni; il punteggio minimo per l’ammissione è di 18, il punteggio massimo di 30.

 

Art. 5 – Il numero di alunni ammessi a frequentare il corso a indirizzo musicale è determinato tenuto conto delle indicazioni espresse dall’art. 2 del D.M. n. 201/1999 e dalla Circolare Ministeriale che ogni anno il Ministero redige in materia di iscrizioni scolastiche (indicativamente 24 alunni, 6 per ogni strumento).

Art. 6 – La scelta dell’indirizzo musicale avviene all’atto dell’iscrizione alla classe prima, compilando la sezione apposita nel modulo on line predisposto dalla scuola.

In occasione dell’iscrizione, la famiglia darà un ordine di preferenza nella scelta degli strumenti di cui all’art. 1 del presente regolamento. Le indicazioni fornite dall’allievo e dalla famiglia hanno valore informativo e orientativo, ma non vincolante. L’assegnazione dello strumento è determinata dalla Commissione sulla base del punteggio riportato nella prova orientativo – attitudinale: maggiore è il punteggio, maggiore la possibilità che venga soddisfatta la 1° scelta; gli alunni con minor punteggio vedranno soddisfatte le seconde, le terze o le quarte scelte. Gli alunni con punteggi inferiori al minimo saranno inseriti nelle altre sezioni in base ai criteri generali per la composizione delle classi del Regolamento di istituto.

Considerata la procedura di iscrizione on line vigente, l’Istituto predispone la prova orientativo- attitudinale successivamente al termine di scadenza delle iscrizioni: essa verrà comunicata alle famiglie  di norma entro i dieci giorni successivi al termine della presentazione delle domande.

Art. 7- L’assegnazione dello strumento al singolo alunno, all’atto dell’iscrizione, viene effettuata dagli insegnanti della commissione sulla base della prova attitudinale e di una conseguente graduatoria, redatta sulla base di un punteggio minimo (18) e massimo (30) ottenuto.

L’assegnazione dello strumento da parte dei docenti componenti la commissione sarà basata sui seguenti criteri:

-punteggio conseguito durante la prova;

– opzioni espresse in fase di iscrizione;

– studio pregresso di uno strumento;

– equità nella composizione delle classe di strumento.

  1. Gli esiti della prova orientativo – attitudinale e l’attribuzione dello strumento di studio vengono pubblicati all’albo dell’Istituto. La pubblicazione della graduatoria di merito all’albo d’Istituto vale a tutti gli effetti quale comunicazione ufficiale alle famiglie interessate (sarà comunque compito della segreteria avvisare via mail le famiglie degli alunni risultati idonei alla prova di accertamento attitudinale e il relativo strumento assegnato);
  2. La graduatoria di merito sarà utilizzata per determinare la precedenza degli iscritti in relazione
  3. all’ammissione al corso ad indirizzo musicale;
  4. alla scelta dello strumento musicale.
  5. Si ricorre alla graduatoria anche in caso di trasferimento di alunno ad altro istituto scolastico, unico caso in cui si può determinare la costituzione di nuovi posti liberi, a condizione che detto trasferimento avvenga entro il mese di settembre della classe prima.

RINUNCIA ALL’ISCRIZIONE

Art. 8 – Qualora, a fronte di un esito positivo della prova attitudinale e ad un collocamento utile nella conseguente graduatoria di merito, la famiglia non ritenesse di procedere all’iscrizione al corso e allo strumento individuato dalla Commissione, la rinuncia deve pervenire in forma scritta al Dirigente Scolastico entro dieci (10) giorni dalla comunicazione dell’esito della prova. Superato tale termine la rinuncia è ammessa solo per gravi e giustificati motivi di salute attraverso presentazione di certificato medico attestante l’impossibilità fisica allo studio dello strumento.

Per ragioni didattiche, in nessun modo potranno essere accettate rinunce avvenute in corso d’anno o durante l’intero triennio, salvo trasferimento dell’alunno ad altro istituto. Nel caso di non ammissione alla classe successiva, è consentito il passaggio ad altra sezione, previa richiesta al Dirigente scolastico, il quale valuterà in merito, sentito il parere della Commissione musica.

Art. 9 – Nel corso del triennio, non sono ammessi passaggi da uno strumento all’altro.

ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE

Art. 10 – I docenti e gli allievi del corso ad indirizzo musicale, viste le considerazioni esposte in premessa, costituiranno – secondo le occasioni e le più idonee condizioni operative e di carattere didattico – dei gruppi musicali d’insieme, con caratteristiche anche modulari, ove ciò appaia opportuno, di maggiore impatto per la formazione degli alunni e per le loro possibilità di esprimersi.

Art. 11 – Le lezioni di strumento musicale si svolgono in orario pomeridiano: esse sono destinate alla pratica strumentale individuale e/o per piccoli gruppi anche variabili nel corso dell’anno, all’ascolto partecipativo, alle attività di musica di insieme, nonché alla teoria , lettura e percezione musicale: quest’ultimo insegnamento – un’ora settimanale per classe – può essere impartito anche per gruppi strumentali» (art. 3 D.M. 201 del 6/08/1999). Le ore d’insegnamento prevedono, secondo la valutazione del Collegio dei Docenti e degli insegnanti di strumento, sulla base del numero degli aderenti, della dotazione organica d’istituto e dell’organizzazione più idonea allo sviluppo della didattica

    • n. 1 lezione individuale, un giorno la settimana;
    • n. 1 lezione collettiva (musica d’insieme e orchestra), un giorno la settimana;
  • n. 1 lezione collettiva (teoria, analisi e percezione musicale), un giorno la settimana.

La mancata partecipazione alle prove orchestrali è motivo di esclusione dagli eventi musicali organizzati durante l’anno scolastico.

L’articolazione oraria delle attività è deliberata dai docenti di strumento.

Le tre lezioni, preferibilmente, non verranno distribuite in tre giorni diversi, bensì in un primo pomeriggio di due ore ed un secondo di un’ora.

Art. 12 – Le attività del corso ad indirizzo musicale, in quanto curricolari, hanno la priorità sulle attività extrascolastiche.

Art. 13 – Durante l’anno scolastico, saranno possibili prove d’orchestra e prove d’insieme in orario sia antimeridiano che pomeridiano, delle quali sarà dato un congruo preavviso sia ai colleghi  che alle famiglie, in modo da  predisporre al meglio l’organizzazione dell’attività didattica.

Art. 14 – Le esibizioni dell’orchestra, sia nella sua accezione ristretta al corso ad indirizzo musicale, sia in quella più ampia collegata ad altre attività musicali laboratoriali previste del PTOF, vengono programmate, preferibilmente, all’inizio dell’anno scolastico. L’esibizione musicale è un momento di grande valore didattico a tutti gli effetti, gli alunni dimostrano quanto hanno appreso nelle lezioni individuali e nelle prove d’orchestra, affinano la capacità di concentrazione e autocontrollo e mettono alla prova le proprie competenze, vivendo momenti particolarmente significativi sotto il profilo emotivo: l’orchestra, anche nelle formazioni sia da camera che in ensemble,  non è formata da professionisti, ma da alunni adolescenti che necessitano di tempo per l’assimilazione  e la padronanza  dei brani scelti.

ADEMPIMENTI PER LE FAMIGLIE E GLI ALLIEVI

Art. 15 – Ogni alunno frequentante il corso ad indirizzo musicale ha l’obbligo di possedere uno strumento musicale personale per lo studio quotidiano.

Art. 16 – La famiglia garantisce la frequenza dell’intero monte-ore settimanale, compresi i rientri

pomeridiani e le manifestazioni musicali eventualmente programmate dalla scuola. Gli orari dei

rientri sono fissati dalla scuola, sulla base di necessità didattiche e organizzative che, una volta stabiliti, non potranno essere modificati per esigenze personali particolari, in quanto costituiscono orario scolastico a tutti gli effetti.

Art. 17 – Gli alunni devono attenersi alle norme contenute nel Regolamento d’Istituto anche durante la frequenza pomeridiana, che costituisce orario scolastico a tutti gli effetti.

Devono inoltre:

  1. frequentare con regolarità le lezioni;eventuali assenze dovranno essere giustificate dal docente in servizio nella 1° ora di lezione del giorno successivo;
  2. eseguire a casa le esercitazioni assegnate;
  3. avere cura della propria dotazione, rispetto alla quale la scuola non ha alcuna responsabilità;
  4. partecipare alle varie manifestazioni musicali organizzate dalla scuola.

Vale ricordare che l’orario pomeridiano concorre alla formazione del monte-ore annuale ed è parte integrante dei criteri di ammissione allo scrutinio finale.

Art. 18 – Con cadenza annuale, e sentito il parere del Collegio dei Docenti, il Consiglio d’Istituto delibera se richiedere una partecipazione economica supplementare alle famiglie degli alunni iscritti al corso ad indirizzo musicale e la sua entità.

VALUTAZIONE

Art. 19 – I percorsi curricolari di strumento sono individualizzati. La valutazione terrà conto dei reali progressi compiuti rispetto ai livelli di partenza.