Ultima modifica: 11 Ottobre 2020
Istituto Comprensivo 1 Belluno > Nuove disposizioni in merito alla prevenzione e gestione dei casi di COVID-19

Nuove disposizioni in merito alla prevenzione e gestione dei casi di COVID-19

A seguito delle ultime ordinanze ministeriali e regionali si elencano di seguito le novità e le misure in merito alla prevenzione e gestione dei casi di COVID-19.

  1. Riduzione dei sintomi per i quali l’alunno viene isolato in aula “d’accoglienza”
  2. Semplificazione modulistica riammissione a scuola
  3. Consenso informato preventivo per l’effettuazione del test di screening per test SARS-COV2 a scuola.

Riduzione dei sintomi per i quali l’alunno viene isolato in aula “d’accoglienza”

Cosa fare se un alunno sta male a scuola

  • Il docente chiama un operatore scolastico, il quale provvede a chiamare l’addetto preposto della segreteria, o in sua assenza, di un referente scolastico Covid
  • Viene rilevata la temperatura dell’alunno e vengono chiesti i sintomi:
    • se è presente febbre ≥37,5°C, e/o uno dei sintomi previsti per l’isolamento in aula “d’accoglienza”, l’alunno prende le sue cose e viene accompagnato in aula “d’accoglienza” dove attende l’arrivo di un familiare. Il docente della classe annota su registro cartaceo ed elettronico l’orario di uscita dalla classe. L’ora di uscita dalla scuola viene annotata dal personale covid che provvede ad inserire i dati nel registro online;
    • Se non si rilevano le condizioni sopra descritte, l’alunno resta in classe e attende o un miglioramento del malessere o l’arrivo di un familiare. In caso di uscita anticipata il docente della classe annota su registro cartaceo ed elettronico l’orario di uscita dalla classe coincidente con il prelievo da parte della famiglia.

Semplificazione modulistica riammissione a scuola

  • Per la riammissione a scuola (sia che l’alunno sia passato in aula “d’accoglienza”, sia che sia stato assente dal mattino, sia che sia andato a casa senza passare in aula “d’accoglienza”) è sufficiente la giustificazione sul libretto personale, eventualmente associata a esito negativo del tampone (sufficiente senza attestato medico), e/o attestato/certificato medico. Non esiste più il modulo di Autocertificazione della famiglia.
  •  NON C’E’ ALCUNA SOGLIA DI GIORNI (i famosi 5gg) che necessiti di certificato medico per la riammissione perché la Legge Regionale del 24 gennaio 2020, nell’ottica della semplificazione, aveva tolto questo limite.

Consenso informato preventivo per l’effettuazione del test di screening per test SARS-COV2 a scuola.

I Test di screening per Sars COV-2, potranno essere effettuati direttamente nel contesto della struttura scolastica da parte di un operatore sanitario (Assistente Sanitario, Medico, Infermiere) avvalendosi anche del supporto dei medici delle USCA laddove necessario. L’adesione a tale modalità sarà su base volontaria con acquisizione del consenso da parte del genitore (o tutore legale del minore) anche in forma preventiva rispetto al verificarsi del caso confermato (Format in allegato). Tale test verrà effettuato solo nel caso in cui sia stato accertato un caso positivo nella struttura. Qualora venga effettuato, i genitori avranno la possibilità di presenziare all’effettuazione del test screening dei propri figli.(circ. del 06/10/2020 USR Veneto)

 

Utilizzo della mascherina (estratto dalla circolare ministeriale del 8/10/2020)

“Rimarcando l’importanza dell’uso di dette mascherine, si specifica che:
 Nell’ambito della scuola primaria, per favorire l’apprendimento e lo sviluppo relazionale, la mascherina può essere rimossa in condizioni di staticità (i.e. bambini seduti al banco) con il
rispetto della distanza di almeno un metro (n.d., cd. “rima buccale”, ovvero distanza di un metro tra bocca e bocca) e l’assenza di situazioni che prevedono la possibilità di aerosolizzazione (es. canto)”.
 Nella scuola secondaria, anche considerando una trasmissibilità analoga a quella degli adulti, la mascherina potrà essere rimossa in condizioni di staticità con il rispetto della distanza di almeno un metro (n.d. rime buccali, ut supra), l’assenza di situazioni che prevedono la possibilità di aerosolizzazione (es. canto) e in situazione epidemiologica di bassa circolazione virale come definita dall’autorità sanitaria”.

 

ALLEGATI:

FLOW CHART 1

FLOW CHART 2

Indicazioni-attuative-rientro-a-scuole-e-servizio-infanzia_Circolare-Ministeriale-30847_Linee-di-indirizzo-02.10.2020

Linee di indirizzo per la gestione dei casi confermati di COVID 19

informativa privacy